Perdita dei capelli - La Tiroide tra le possibili cause

 I follicoli piliferi sono particolarmente sensibili allo stato di salute dell'organismo e tendono a rallentare la propria attività in presenza d'importanti stress psicofisici. Non sorprende, dunque, che l'aumentata caduta dei capelli sia di comune riscontro in presenza di deficit nutrizionali, infezioni, sottoposizione ad interventi chirurgici, ustioni, variazioni ormonali e diverse malattie, incluse quelle tiroidee.

Anche se nella stragrande maggioranza delle persone la perdita di capelli è un evento pressoché fisiologico, non occorre sottovalutare l'ipotesi di una sottostante malattia della tiroide, specie in presenza di familiarità per questo genere di disturbi e soprattutto colpisce il sesso femminile. Le donne sono infatti maggiormente protette dalla caduta dei capelli rispetto all'uomo, motivo per cui tale sintomo dev'essere visto con maggiore preoccupazione.

I motivi della caduta dei capelli

Tutte le patologie che causano una disfunzione della tiroide, sia di ipertiroidismo che di ipotiroidismo, si traducono in un’alterazione principalmente dei capelli, ma anche della pelle e degli annessi cutanei, come peli e unghie. Questa stretta correlazione dipende dal fatto che la tiroxina, l’ormone prodotto dalla tiroide, svolge un ruolo essenziale sull’Epidermal Growth Factor (EGF), il fattore di crescita di peli e capelli, così qualsiasi alterazione a carico degli ormoni tiroidei si traduce in un danno a livello dei capelli.

Nell’abito delle malattie autoimmuni, come la tiroidite di Hashimoto, rientrano invece alcune patologie molto più complesse, ad esempio l’alopecia areata, che nelle forme più gravi determina la caduta di ogni tipo di annesso pilifero, quindi anche di ciglia e sopracciglia e di tutti i peli della superficie corporea, definita perciò alopecia areata universale.

Il trattamento delle patologie tiroidee molto spesso arresta la caduta dei capelli, anche se è necessario qualche mese per apprezzare un certo miglioramento estetico. Tuttavia, alcuni farmaci utilizzati nel trattamento di tali malattie - come l'eutirox (levotiroxina) - possono favorire la caduta dei capelli, specie se assunti in quantità non adeguate. Per questo motivo, se una volta individuata la giusta dose terapeutica il problema persiste, è necessario farlo presente al medico e sottoporsi ad una visita dermatologica per escludere altre condizioni predisponenti.

I consigli

♦Innanzi tutto bisogna rivolgersi a dei professionisti specializzati, quindi endocrinologi e dermatologi, ed evitare i rimedi fai date.

Sottoporsi ad analisi. Se si ha il sospetto che la perdita di capelli sia dovuta ad una disfunzione tiroidea, il primo passo da compiere è quello di richiedere un ciclo completo di analisi, così da verificare le condizioni e l’attività della vostra tiroide ed eventuali conseguenze.

Ricerca e prenota le tue analisi con CupSubito, con prelievo anche a domicilio

♦Assicurarsi di assumere la dose corretta di ormoni tiroidei tramite gli integratori. Questo deve assolutamente avvenire sotto la supervisione di un endocrinologo.

CupSubito ti mette a disposizione le migliori strutture di Endocrinologia nella tua zona, Ricerca la disponibilità!

♦Rivolgersi ad un dermatologo. Come detto in precedenza, la tiroide ha un ruolo molto importante nel nostro assetto cutaneo, diversi studi hanno dimostrato la forte correlazione tra disfunzioni tiroidee e problemi dermatologici. Nei casi di ipotiroidismo generalmente si ha un rallentamento della funzionalità cutanea, con condizioni caratterizzate da pallore cutaneo, da macroglossia (ingrossamento della lingua), secchezza della pelle (xerosi cutanea) e dei capelli, edema periorbitale (gonfiore oculare).

Prenotare con CupSubito la tua Visita Dermatologica è facile, veloce e trasparente, Ricerca ora la disponibilità!

Evitare lo stress. Le situazioni di stress possono peggiorare i sintomi legati alla ghiandola tiroidea, compresa la perdita dei capelli. È dimostrato che questo stato emotivo ha ripercussioni negative sulla salute dei capelli e ne determina la caduta.

 

 

 

 

 

 

 

Comments powered by CComment

 

info@cupsubito.it
Back to Top