Posizioni per dormire - quali sono le migliori?

C’è chi dorme supino, chi si adagia su un fianco, chi preferisce mettersi a pancia in giù: ognuno di noi ha una sua posizione prediletta per addormentarsi, ma il modo in cui dormiamo influenza la qualità del sonno?

Dormire è importantissimo e gli effetti benefici del sonno sul nostro organismo sono molteplici: ci aiuta a ripristinare le sostanze nutritive, riprendere energie e far riposare la mente. Oltre a dormire, è fondamentale dormire bene e la posizione che assumiamo durante la notte ha un impatto notevole sulla qualità del sonno.

Ma quali sono le migliori posizioni per dormire?

Come vedremo a breve, quasi tutte le posizioni portano dei vantaggi per il nostro benessere fisico. Spetta a noi stessi capire, ascoltando i segnali che il nostro corpo ci manda, quali sia la migliore posizione.

Dormire a pancia in su. Aiuta la distensione della muscolatura, evita dolori, tensioni e contratture muscolari ed allontana il rischio di reflusso gastroesofageo, quindi cerca di preferirla alle altre se soffri di questo disturbo.

Dormire sul fianco. È ottimo, soprattutto se si assume la classica posizione fetale con gli arti inferiori in flessione; questa posizione infatti contrasta la lordosi lombare.
Favorisce, inoltre, una migliore respirazione ed è quindi preferibile se durante la notte tendete a russare spesso, in quanto la trachea e le mucose nasali ed orali sono aperte al massimo.
La posizione sul lato è inoltre ottima per la nostra circolazione sanguigna ed anche la preferita da tutte le future mamme: i ginecologi, infatti, consigliano sempre alle gestanti di dormire su un lato, preferibilmente sul sinistro.

donna dorme su un fianco

 

Dormire a pancia in giù. Viene in genere sconsigliato, perché aumenta il rischio di reflusso gastroesofageo, oltre al pessimo posizionamento che assumo collo e schiena. Esaa non porta quasi mai benefici per il sonno, se non quello di far russare meno rispetto alla posizione supina.

donna dorme

Conclusioni

L’ideale è quello di cambiare posizione nel corso della notte, questo aiuta a far sì che il sonno sia ristoratore e dunque efficace e che non sia interrotto da tensioni o fastidi dovuto a posizioni inappropriate. È inoltre consigliabile essere liberi di muoversi nel letto e non essere troppo costretti nei movimenti da lenzuola o coperte.


Hai bisogno di prenotare i tuoi esami in modo rapido e sicuro? Affidati a CupSubito>> dove troverai le migliori strutture della tua zona con i migliori esperti a tua completa disposizione!

Comments powered by CComment

 

info@cupsubito.it
Back to Top