Meno schermi e più vita all'aria aperta per prevenire la Miopia

La Miopia sta subendo una crescita costante negli ultimi anni. Uno studio dell’American Academy of Ophthalmology ha dichiarato che entro il 2050 metà della popolazione mondiale ne sarà affetta, ossia ben 5 miliardi di persone (nel 2000 si contavano 1,4 miliardi di persone, circa un quarto in meno).

Secondo questo studio una delle cause, della diffusione della miopia, è dovuta all’utilizzo eccessivo di smartphone e tablet, specie nei ragazzi per i quali stare troppo vicini agli schermi può facilitarne l’insorgenza.

Sicuramente questi dati sono molto esplicativi e suscitano una certa curiosità, ma è necessario fare qualche chiarimento e dissipare qualche dubbio.

 Che cos’è la miopia?

È un difetto di rifrazione dell’occhio che determina l’incapacità di mettere a fuoco gli oggetti posti ad una certa distanza. In parole povere è quel disturbo che si manifesta con una visione nitida da vicino, ma sfocata da lontano.
Questo accade perché l’immagine di ciò che un miope osserva, si forma davanti alla retina anziché, come dovrebbe, su di essa. Viene misurata in diottrie espresse da un numero e precedute dal segno meno per distinguerla dagli altri difetti della vista. La miopia leggera o scolare comprende deficit visivi che vanno da 0 a – 6 diottrie e può essere corretta mediante l’uso di occhiali o di lenti a contatto; la miopia grave o patologica, che comprende diottrie superiori a – 6.
Essa si può classificare in patologica o degenerativa e miopia semplice o fisiologica (molto più comune). Quest’ultima ha cause genetiche ed ambientali e, nella maggior parte dei casi, insorge verso i 6-7 anni e si evolve in maniera differente da caso a caso e tende a stabilizzarsi attorno ai 20 anni.

Le cause - Fattori genetici e fattori ambientali

Fattori di natura genetica

Esiste infatti una predisposizione genetica alla miopia. Nei figli, di genitori miopi, si osserva se non la presenza dello stesso difetto una predisposizione a sviluppare il disturbo in età adulta (esistono interi gruppi familiari colpiti da miopia patologica).
Inoltre il disturbo visivo è molto più frequente in determinate popolazioni, soprattutto in quelle asiatiche.

Fattori ambientali 

La vista da vicino, sia essa per motivi di lavoro, studio e svago è il principale fattore ambientale ad influenzare l’insorgere della patologia.
Diversi studi hanno dimostrato come la miopia non sia associata alla vista prolungata di televisione, utilizzo di computer e videogame, ma lo è invece alla lettura e all’impiego protratto di smartphone che notoriamente avviene ad una distanza ravvicinata.

♦L’accomodazione è il meccanismo che permette la messa a fuoco da vicino e se stimolata in modo eccessivo e per lunghi periodi di tempo è stata anche considerata un fattore di rischio.
Anche questo fattore è legato all’insorgere della miopia a causa dell’uso smodato degli smartphone e tablet, i quali ci impongono una vista maggiormente ravvicinata allo schermo.

ragazza seduta con smartphone 

♦L’influenza della luce ambientale e l’urbanizzazione sono stati ipotizzati fattori di rischio per l’insorgenza e la progressione della miopia senza peraltro poter arrivare a un giudizio certo e definitivo. Sembra che una scarsa esposizione all’aria aperta e alla luce del sole possa influenzare l’insorgenza del deficit visivo e questo fenomeno sarebbe dovuto al ruolo che gioca la dopamina, mediatore chimico presente nella retina. Di converso studi recenti hanno affermato che i ragazzi che trascorrono molto tempo all’aperto hanno meno probabilità di diventare miopi.

bambina campo di fiori 

Consigli di prevenzione 

In conclusione, dato che lo stare davanti ai libri per studiare è un’attività doverosa e vietare l’utilizzo degli smartphone è impossibile, quello che possiamo fare è dare qualche consiglio per prevenire la miopia:

♦Stare almeno 30 centimetri dallo schermo

♦Fare delle pause quando si utilizza la vista da vicino (a tal proposito si consiglia l’uso della regola 20-20-20)

♦Negli studenti che passano ore incollati ai libri è consigliabile non passare altrettanto tempo difronte a smartphone e tablet

♦Trascorre regolarmente 1-2 ore al giorno all’aria aperta

♦Effettuare regolarmente dei controlli (Ricerca qui la disponibilità)

 

P.S. Hai bisogno di prenotare la tua visita oculistica? Con CupSubito è facile, veloce e soprattutto sicuro e trasparente!

Dai uno sguardo ai diversi esami che ti mettiamo a disposizione e cerca la disponibilità della visita che fa al caso tuo

Visita Oculistica>>

Campo Visivo>>

O.C.T. - Tomografia Ottica Computerizzata >>

 

 

Comments powered by CComment

 

info@cupsubito.it
Back to Top