Una dieta salutare con più frutta e verdura può ridurre i sintomi dell’asma

Un regime alimentare in cui è considerevole l’apporto di frutta, verdura e cereali integrali può avere un ruolo nella gestione della malattia respiratoria contribuendo a ridurne i sintomi. A suggerirlo sono i dati di una ricerca realizzata dal French National Institute of Health and Medical Research e pubblicata su European Respiratory Journal. Secondo i suoi autori la ricerca fornisce nuove evidenze non solo sull'impatto di una sana alimentazione nel controllo della malattia ma anche sul suo potenziale aiuto nella prevenzione dell'asma negli adulti.

Sull’insorgere dei sintomi tipici dell’asma, l’alimentazione ha un ruolo ancora dibattuto, come ricordano i ricercatori: “La ricerca già prodotta sulla relazione tra dieta e asma non è arrivata a conclusioni certe. Per questo motivo non sono state prodotte raccomandazioni nutrizionali chiare per la prevenzione dell'asma e sono state date solo poche indicazioni a chi ne soffre allo scopo di ridurne i sintomi”, spiega uno dei ricercatori, Roland Andrianasolo. 

Gli autori dello studio hanno analizzato i dati di poco meno di 35 mila adulti. Sulla scorta delle risposte a dettagliati questionari relativi alla funzione respiratoria, nel 28% delle donne e nel 25% degli uomini i ricercatori hanno individuato almeno un sintomo di asma. Le risposte dei partecipanti erano riferite a un periodo di dodici mesi.

Il team ha potuto valutare inoltre il controllo dei sintomi in un arco temporale di quattro settimane, sempre in base alle risposte degli individui coinvolti nello studio. Misure come l'incidenza dei sintomi, l'utilizzo di farmaci di emergenza e il grado di limitazione alle attività quotidiane contribuivano a definire il livello di controllo dell'asma.

Per tracciare le abitudini alimentari, gli scienziati hanno rilevato in maniera casuale per tre volte la dieta nelle 24 ore. Inoltre hanno misurato l'aderenza di queste abitudini a tre tipi di regimi alimentari: il più sano era quello con un alto consumo di frutta, verdura e cereali integrali, la meno salutare quella con un alto apporto di carne, sale e zucchero.

Dall'analisi dei dati è emerso che il rischio di insorgenza dei sintomi negli uomini che seguivano una dieta salutare si riduceva del 30%, del 20% nelle donne. Inoltre, sempre in associazione a un regime alimentare più corretto, la malattia veniva gestita meglio. Le probabilità di avere a che fare con una malattia scarsamente controllata si riducevano del 60% negli uomini e del 27% tra le donne. 

Ma perché una dieta sana potrebbe giocare a favore dei soggetti con l'asma? “I nostri risultati incoraggiano fortemente la promozione di una dieta sana per la prevenzione dei sintomi dell'asma e per la sua gestione. Questa, secondo quanto valutato nello studio, è composta da un alto apporto di frutta, verdure e fibre. Sono ricche di antiossidanti e hanno proprietà anti-infiammatorie e sono tutti elementi in una dieta sana che possono ridurre i sintomi. Al contrario le diete meno salutari includono un alto consumo di carne, sale e zucchero, elementi con capacità pro-infiammatorie che possono peggiorare i sintomi”, spiega Andrianasolo.

I risultati, come sottolineano i ricercatori, devono essere interpretati con cautela dal momento che lo studio si concentra sui possibili effetti della dieta sull'asma in un breve termine mentre è già in programma un altro studio con cui valutare gli effetti nel lungo periodo per confermare i risultati.

 

Hai bisogno di prenotare alcune visite? Di seguito verranno lasciati i link che riportano alla ricerca delle prestazioni più comuni quando si parla di asma.

Visita pneumologica

Spirometria

Radiografia al torace

Per qualunque richiesta puoi contattarci utilizzando la chat del nostro sito, il nostro personale ti assisterà fornendoti tutte le informazioni di cui necessiti.

Comments powered by CComment

 

info@cupsubito.it
Back to Top